Lunedì, 23 Marzo 2020
News

MUD 2020: prorogata la scadenza al 30 giugno

di Stefano Torti

Il nuovo decreto “Cura Italia” ha prorogato al 30 giugno 2020 la scadenza di presentazione del MUD. Può essere utilizzato il modello di dichiarazione ambientale MUD dell'anno scorso senza cambiamenti. Lo ha confermato a febbraio il Ministero dell’Ambiente che convalida anche le istruzioni per la compilazione del modello, le informazioni da comunicare e le modalità di trasmissione.

Il MUD –Modello Unico di Dichiarazione Ambientale– è la comunicazione che enti e imprese presentano ogni anno, indicando quanti e quali rifiuti hanno prodotto o gestito durante il corso dell'anno precedente e in particolare per quanto riguarda le seguenti tipologie:

  • Rifiuti
  • Veicoli Fuori Uso
  • Imballaggi
  • RAEE
  • Rifiuti urbani e assimilati
  • Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche

A seconda dei soggetti e di una serie di requisiti inerente la tipologia di rifiuti prodotti, l’invio può essere telematico o semplificato. Un canale dedicato è invece riservato ai Comuni e le comunità montane.

Per maggiori informazioni EcoCamere ha realizzato dei portali ad hoc consultabili ai seguenti link:

Mud Telematico (https://www.mudtelematico.it/)

Mud Semplificato (https://mudsemplificato.ecocerved.it/)

Mud Comuni (https://www.mudcomuni.it/)

Ai sensi del D.P.C.M. 24/12/2018, ogni dichiarante deve presentare un unico Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, contenente tutte le Comunicazioni dovute per l'Unità Locale dichiarante secondo il seguente schema*:

Chi

Cosa

Come

Produttori iniziali di rifiuti che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali e conferiscono a destinatari nazionali

Comunicazione Rifiuti Semplificata

Oppure

Spedizione via PEC del modulo ottenuto da mudsemplificato.ecocerved.it

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Altri produttori, compresi i nuovi produttori

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Gestori (ricuperatori, trasportatori, smaltitori)

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Comunicazione Veicoli Fuori Uso (se dovuta)

Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (se dovuta)

Comunicazione gestori di rifiuti da imballaggio (se dovuta)

Intermediari o commercianti senza detenzione

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Conai o altri soggetti di cui all’articolo 220, comma 2

Comunicazione imballaggi

Trasmissione telematica

Comuni o loro Consorzi e Comunità Montane

Comunicazione rifiuti urbani e assimilati e raccolti in convenzione

Via Telematica

Spedizione via PEC della scheda anagrafica generata dal sistema di compilazione

Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche e Sistemi Collettivi di Finanziamento

Comunicazione AEE

Via Telematica

*Fonte: Ecocamere

Fanno eccezione le Comunicazioni AEE per le apparecchiature elettriche ed elettroniche i cui produttori iscritti al registro devono presentare la Comunicazione AEE per la trasmissione delle quantità di apparecchiature immesse sul mercato e la Comunicazione Rifiuti per gli eventuali rifiuti derivanti dalla propria attività produttiva.


Leggi anche La gestione dei rifiuti. Un approccio costruttivo nel processo di gestione, classificazione e smaltimento

Leggi anche Mud 2019: novità e accorgimenti 

COPYRIGHT © 2019 EcoSafe Srl - Tutti i diritti rivervati - Credits

Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy | P.IVA/C.F. 08929640012 - Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
R.E.A. TO: 1011614 presso la C.C.I.A.A. di Torino Registro imprese di Torino N. 08929640012 - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.